Home » Fotocamere

Nikon 1

14 dicembre 2011

Con la Nikon 1 la casa giapponese entra nel campo delle mirrorless con un progetto che prevede di dare al prodotto alcuni primati, come la velocità e la semplicità di utilizzo, rispetto a ciò che offre il mercato.

La Nikon definisce la fotocamera come una ACIL (Advanced Camera with Interchangeable Lens). La Nikon 1 dispone infatti di un sistema ad ottiche intercambiabili.

La fotocamera viene prodotta nelle versioni V1 e J1. La J1 ha un corpo macchina di dimensioni molto più contenute rispetto alla versione V1 la quale è comparabile ad alcune mirrorless concorrenti ma che dispongono di un sensore molto più grande.

Il target di pubblico a cui la fotocamera si indirizza è quello di un’utenza consumer insoddisfatta delle compatte ma non interessata ad un sistema troppo ingombrante come può essere un reflex, con l’esigenza di avere una macchina sempre a portata di mano, reattiva e che gli consenta di catturare gli scatti della vita quotidiana o delle vacanze ottenendo comunque buoni scatti in modo rapido e semplice.

Le parti principali del nuovo sistema mirrorless sono il processore Expeed 3, in grado di processare fino a 600 Megapixel al secondo, ed il sensore CMOS da 10.1 Megapixel nel formato da 1 pollice, che affianca i formati FX e DX della Nikon.

Dal punto di vista delle ottiche invece la Nikon ha deciso di partire con 3 obiettivi motorizzati ed uno tradizionale. Il tradizionale è un Nikkor da 10 mm f/2.8 (27 mm) mentre i tre motorizzati sono un Nikkor VR 10-30 mm f/3.5-5.6 (27-81 mm), un Nikkor VR 30-110 mm f/3.8-5.6 (81-297 mm) ed infine il Nikkor 10-100 mm f/4.5-5.6 che copre focali da 27 a 270 mm.

Tutti gli obiettivi zoom sono collassabili, per ridurre l’ingombro, e stabilizzati. Tuttavia lo stabilizzatore non ha una resa ottimale ed in alcuni casi può introdurre dei micromossi che peggiorano la qualità delle immagini, tuttavia la Nikon dovrebbe rilasciare un aggiornamento firmware per la risoluzione del problema.

In linea di massima le ottiche hanno prestazioni ideali per il pubblico a cui la fotocamera è rivolta, ed il 10-30 mm è la versione sicuramente più versatile.

Caratteristica principale della Nikon 1 è la velocità. La fotocamera è rapidissima ad essere operativa dopo l’accensione e possiede una buona velocità di messa a fuoco. Per quel che riguarda l’accensione inoltre anche lo sblocco dell’obiettivo consente di accendere la macchina.

La messa a fuoco può essere ottenuta mediante la rilevazione di fase a 73 punti (tipica delle reflex) e quella di contrasto a 135 punti (tipica delle compatte). La macchina decide, in base alle situazioni, quale tipologia di messa a fuoco utilizzare. La rilevazione di fase può essere inoltre utilizzata durante la ripresa video. Il risultato è davvero buono e la messa a fuoco è davvero veloce in linea con le migliori reflex.

Il processore Expeed 3 ha un’elevata capacità di elaborazione delle immagini. E’ in grado di garantire una raffica da 60 frame al secondo e a 10fps in modalità continua. Consente inoltre la registrazione di video in Full HD (1920×1080 pixel) nel formato 16:9 senza interruzioni.

Grazie alla raffica anche fotografi meno esperti hanno la possibilità di non perdere il momento propizio per cogliere il soggetto delle nostre foto. In particolare, proprio per questo scopo, è stata introdotta da Nikon la funzione Smart Photo Selector con la quale vengono scattati una sequenza di 20 scatti ad alta risoluzione alla velocità di 30 fps ed è poi la macchina che automaticamente seleziona i 5 scatti migliori sulla base di alcuni parametri relativi alla composizione dell’immagine, alla messa a fuoco, al fatto che il soggetto ha gli occhi chiusi ecc. Dopo la selezione la Nikon propone lo scatto migliore e suggerisce altre quattro immagini tra cui scegliere.

Altra funzione interessante è il Motion Snapshot. In questa modalità la Nikon 1 inizia la registrazione delle immagini prima che il tasto di scatto sia completamente premuto continuando anche dopo la sua pressione. La raffica generata viene quindi composta in un filmato al rallentatore, con tanto di musica,  che si conclude con il fermo immagine dello scatto principale.  Il risultato finale è molto scenografico tuttavia presenta dei limiti come ad esempio la limitata scelta di musiche da associare al filmato e l’impossibilità di esportare il filmato.

Dal punto di vista degli scatti fotografici la Nikon 1 realizza delle buone immagini. Gli scatti in formato JPEG sono molto ricche di dettagli e agendo sui profili di scatto è possibile aumentarne la nitidezza ed il contrasto. Tuttavia la possibilità di scattare in formato RAW rende più flessibile lo sviluppo in post produzione.

A bassa sensibilità la fotocamera riesce ad esprimere al meglio la potenzialità dei 10 Megapixel del sensore, le immagini sono molto pulite. All’aumentare della sensibilità tuttavia la grana si rende più visibile anche se comunque sempre molto fine e riscontrabile solo con l’ingrandimento dell’immagine di almeno il 100%. La Nikon 1 è in grado di decidere la sensibilità ISO in autonomia con buoni risultati in una scala che va da 100 a 800.

Aumentanto i valori ISO si hanno comunque risultati accettabili entro i 1600 ISO. Superando tale soglia il filtro di contenimento del rumore interviene in maniera troppo marcata, spalmando i dettagli più fini, mentre a 3200 e 6400 ISO il rumore è decisamente di difficile gestione.

Negli scatti con poca luce emerge un difetto dovuto ai tempi di refresh del display. Tale valore non viene prolungato creando qualche difficoltà in fase di scatto, spesso infatti lo schermo risulta essere quasi del tutto nero.

Dal punto di vista dell’interfaccia questa è stata ottimizzata per il target di pubblico a cui la Nikon 1 è indirizzata. Il menù è stato molto semplificato ed i parametri più comuni sono tutti alla portata degli utenti. La ghiera dei modi presenta quindi esclusivamente le modalità Motion Snapshot, Smart Selector, Foto e Video e non i classici modi d’uso P, A, S e M i quali sono stati inseriti allìinterno del menù della modalità “Foto”.

Per quel che riguarda i video c’è da dire che la Nikon ha puntato molto su questo aspetto. La Nikon 1 oltre a registrare i video in formato Full HD (1920×1080) permette di scattare immagini in formato 16:9 a piena risoluzione senza interrompere la ripresa. La fotocamera inoltre è in grado di eseguire riprese ad alta velocità (fino a 400 frame al secondo) alla risoluzione di 640×240 pixel riproducendoli poi a 30 frame al secondo. Piuttosto inutile invece per la qualità e per la grandezza dei filmati che vengono generati è la modalità di ripresa a 1200 frame al secondo.

Buoni risultati si hanno inoltre per le riprese in notturna.

In colclusione possiamo dire che le Nikon 1 sono fotocamere ideali per il pubblico a cui sono rivolte, semplici da utilizzare e veloci nella risposta senza andare a scapito della qualità. Tuttavia non mancano alcune pecche, note alla casa madre, come l’impossibilità di avviare la registrazione video tramite il tasto apposito se la modalità video non è selezionata sulla ghiera oppure la mancanza di filtri creativi e la funzione panorama che sono molto utilizzate da un utenza consumer.

Per finire, ma questo riguarda soltanto il modello V1, l’eccessiva lentezza nel passare automaticamente dal display al mirino grazie al sensore di prossimità quando si avvicina l’occhio e viceversa.

La versione V1 viene prodotta nelle colorazioni bianco e nero mentre la J1 può essere acquistata nei colori nero, bianco, rosso, argento e rosa avendo anche la possibilità di avere le ottiche dello stesso colore della fotocamera, tuttavia quest’ultimi sono acquistabili esclusivamente in kit.

Il prezzo, oltre che le carattetistiche, sarà la discriminante che guiderà la scelta degli utenti: per il kit Nikon 1 J1 + 10-30mm siamo sui 529 € mentre per il kit Nikon 1 V1 + 10-30mm si arriva a 849 €.

Trova le offerte migliori per la Nikon 1!!!

Be Sociable, Share!